Creatività, ricerca, fantasia, talento.
Alcuni degli elementi che abbiamo apprezzato martedì 27 settembre durante un Caminetto molto speciale, impreziosito dalla sfilata di moda della fashion stylist senese Irene Mattei, in arte Asia Neri.
asianerifirmaok
Niente di scontato negli abiti di questa giovane e già molto apprezzata stilista nata sulle lastre.
Ogni creazione racchiude un percorso che esalta tanto l’eleganza e fissa uno stile riconoscibile, quanto rappresenta uno stato d’animo e un cammino formativo interiore e professionale di alto spessore.
In un ogni dettaglio si legge un capitolo della storia di Irene, si legge il bisogno di raccontare le sue emozioni attraverso il linguaggio delle forme e dei colori.
image_00003
È cresciuta fra fili e bottoni, insieme alla nonna sarta, che è riuscita a farla appassionare fin da piccola alla moda. Il suo percorso non è stato facile, affermarsi in questo campo non è da tutti.
Eppure Irene è riuscita a far valere le sue idee e il suo marchio, vincendo alcuni concorsi che l’hanno lanciata nel panorama nazionale, come una delle promesse più talentuose.
Molto apprezzati i suoi abiti da sera che esaltano la femminilità e l’arricchiscono di sfumature e di contenuti.
Particolarmente suggestiva l’ultima collezione, Kintsugi, realizzata in tessuti naturali. La tecnica giapponese consiste nel riparare gli oggetti rotti con profili dorati, restituendoli a nuova vita.
Alla stesso modo Asia Neri ha composto i suoi tessuti con fili d’oro riparando le ferite che la vita lascia sulla pelle e nel cuore. Ogni abito prezioso e originale è un paragrafo di quella storia che Asia Neri vuol raccontare di se stessa a chi guarda, apprezza e indossa la sua arte.
Il laboratorio della stilista senese è in Via dell’Artigianato (zona Viale Toselli), ma le sue creazioni sono osservate da tutto il mondo su www.asianeri.it
Un ringraziamento speciale al socio Edoardo Giomi che ha fortemente voluto questa serata e al segretario Daniela Bellucci per l’impeccabile organizzazione.
Il nostro Club è attento alle giovani eccellenze imprenditoriali e artigiane del territorio e le sostiene.

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

image_00049
Da sinistra: Margherita Moretti (indossatrice), Irene Mattei – Asia Neri (stilista), Daniela Bellucci (segretario di Club), Alessandro Pallassini (presidente di Club), Margherita Marri (indossatrice), Laura Rosi (indossatrice).

Gaia Tancredi – addetto stampa

Martedì 20 Settembre è stato nostro ospite il dott. Francesco Mazzuoli, mastro birraio del Birrificio “La Diana” che ha relazionato sulla interessante realtà di cui fa parte.

logo_diana_11

La Diana è soprattutto un gruppo di ragazzi, amanti del loro lavoro, della terra che vivono e dei frutti che dona loro ogni giorno; un gruppo di giovani che hanno messo insieme il loro know-how in diversi settori e hanno iniziato una nuova avventura.

Accomunati dalla passione per la birra hanno costruito un progetto ambizioso: non semplicemente produrre birra, ma farlo attraverso le nostre materie prime, completando il tutto con l’apertura di un locale al pubblico in cui degustarla, accompagnandola a piatti genuini e a chilometro zero. Dal birrificio agricolo, alla birreria, dall’orzo alla birra alla spina ed in bottiglia…tutto rigorosamente coltivato, lavorato e distribuito a Siena.

La Diana, il nome della birra, deriva dalla leggenda senese che narra l’esistenza di un fiume sotterraneo che attraversa la città, dalla zona di Porta Ovile fino a Porta San Marco.
Metaforicamente chi assaggerà questa birra ritroverà la Diana, ritroverà un fiume di birra che scorre nel centro di Siena.

20160920_211812

Scoprirà quei sapori freschi, genuini e nuovi, finora mai esistiti a Siena. Scoprirà la linfa del buon bere e la piacevolezza dello stare insieme, in un connubio straordinario fra tradizione e modernità.

Presso la zona artigianale di Isola d’Arbia, nel comune di Siena, ha sede il birrificio. Un impianto professionale elettrico da 500l, con fermentatori a temperatura controllata e locali climatizzati, per garantire un prodotto di qualità. Il malto utilizzato per la produzione viene coltivato dalla cooperativa agricola La Diana in terreni anch’essi collocati all’interno del comune di Siena.

La birra è prodotta principalmente con orzi distici coltivati a Siena nei nostri campi. La cura e la ricchezza del terreno ci permettono di ottenere un prodotto eccellente per la maltazione, al quale si aggiungono acqua opportunamente controllata e monitorata e le migliori selezioni di luppoli e lieviti.

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

20160920_223605

Edoardo Giomi – webmaster

Domenica 4 Settembre, in occasione della ricorrenza della storica Battaglia di Montaperti, i soci ed amici del Club sono stati dapprima ospiti della socia Gioia Cresti presso la Fattoria Carpineta Fontalpino e successivamente hanno partecipato alla fiaccolata commemorativa che ha visto il Cippo (foto sotto) come punto terminale.

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

montaperti_cippo_crop

Edoardo Giomi – webmaster

Amici,
facebook_1466442955262
vi invito alla lettura dei messaggi integrali del mese di Settembre 2016 di:

John F. Germ – Presidente Internazionale – A.R. 2016/17 (fonte: rotary.org)

Alessandro Vignani – Governatore Distretto 2071 – A.R. 2016/17 (fonte: rotary2071.org)

Per visualizzare, premere sui nominativi.

Alessandro Pallassini – presidente

Il Rotary in molte occasioni ama qualificarsi attraverso il sentimento di amicizia che lega i suoi iscritti e si pone anche la missione di favorire questo legame per avvicinare popoli e culture diverse al progressivo raggiungimento di una pace mondiale.
Nessun obbiettivo potrebbe risultare più irrealizzabile ed utopistico in questi anni di grandi turbolenze diffuse in tutto il mondo ma questo motivo non deve far venir meno l’impegno, anzi deve stimolare l’attenzione di ogni iscritto a questa missione che acquista una valenza ancora maggiore e quindi richiede un incremento di partecipazione da parte di ognuno .
E noi, soci del R.C. Montaperti, come potremo adoperarci per inserire il nostro Club in questo discorso?
Il mandato naturale deve essere quello di rappresentare localmente in maniera consona questo valore rotariano attraverso le iniziative da avviare ed i nostri singoli comportamenti, messaggi capaci di coinvolgere nel valore dell’amicizia tutte le realtà che operano all’interno del nostro territorio.
E a questo fine l’azione preliminare non più rinviabile deve essere quella di iniziare questa opera proprio dall’interno delle diverse componenti nelle quali si articola la locale organizzazione rotariana. Sappiamo tutti infatti che purtroppo attualmente una verifica di solidarietà darebbe un risultato non lusinghiero e quindi il mio pressante invito generale è quello di avviare seriamente quel percorso che dovrà portare tutti i Club del nostro territorio ad un naturale reciproco rispetto e quindi ad una operosa collaborazione generale.
E’ proprio con questo intendimento che mi piace diffondere questa fotografia dove il dott. Alberto Fiorini, past President del R.C. Siena (insignito di 5 P.H.F.), mi consegna una copia del libro di cui è autore dove sono raccontati gli ultimi quindici anni della storia di quel Club attraverso le iniziative realizzate da ogni presidente nel corso della propria annata.
fiorini_alberto
L’amico Alberto ha ritenuto che anche io dovessi possedere una copia del suo lavoro in quanto una parte molto importante (circa 20 pagine) era dedicata a quanto ero riuscito a realizzare nel periodo 2011/2012, annata della mia presidenza di quel Club.
Ritengo che questa immagine di un sereno incontro conviviale tra amici assieme alle famiglie possa rappresentare in modo emblematico il mio attuale pensiero e l’auspicio che personalmente ripongo nel futuro in quanto vi appare la continuità che lega il glorioso R.C. Siena al giovane ed orgoglioso R.C. Montaperti.
Infatti in una prospettiva futura mi piace immaginare il R.C. Siena come un padre che osserva orgoglioso i progressi di crescita del proprio figlio anche se attualmente questa immagine di padre non è gradita a tutti i suoi soci.
Ma se alcuni preferiscono non considerarci figli legittimi, personalmente ritengo che solo affetto debba legare i due Club dal momento che entrambi comunque sono legati dal cordone ombelicale rappresentato da alcuni soci che, senza disconoscere la valenza del loro Club d’origine, si sono fatti promotori della nuova nascita creando una continuità proprio attraverso il figlio che hanno contribuito a generare, affidando poi a questo la missione di rinverdire i fasti del padre con una visione rivolta all’epoca 4.0 verso cui la nostra società si sta dirigendo.

Con amicizia rotariana,

Vincenzo Santoro – istruttore

Martedì 23 Agosto i soci ed amici del Club sono stati ospiti del Presidente Alessandro Pallassini e della gentile signora Paola per la Conviviale senza Campana.
La conviviale è stata fortemente voluta dal Presidente e si è svolta all’insegna dell’amicizia e della condivisione.

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

IMG-20160824-WA0001

Edoardo Giomi – webmaster

Amici,
1fb592d
dal seguente link potrete accedere al quadro riassuntivo delle Riunioni ed Assiduità per l’A.R. 2015-16 (Luglio 2015 – Giugno 2016) recentemente pubblicato sul sito web del Distretto Rotary 2071:

(premere qui)

Daniela Bellucci – segretario

L’ultimo atto prima della pausa estiva ha visto il prof. ing. Domenico Prattichizzo, ordinario di ingegneria robotica presso l’Università di Siena, salire in cattedra in occasione di un caminetto relazionando sugli ultimi sviluppi relativi ai dispositivi robotici di ausilio ai disabili.
domenico2
Prattichizzo, calatosi immediatamente nel clima di amicizia che caratterizza il nostro Club, ha inizialmente presentato i membri del proprio team di ricerca e successivamente tutte le innovazioni presentate dal gruppo nelle più prestigiose conferenze e riviste di caratura internazionale; in particolare il professore si è soffermato sulle tecniche di riabilitazione e compensazione funzionale dell’arto superiore per pazienti colpiti da ictus.
L’idea sviluppata, in attesa di brevetto, consiste in un ausilio robotico indossabile, il sesto dito, che serve per lavorare assieme alla mano paretica nell’intento di recuperare la funzionalità di presa e di manipolazione.
Il professore ha evidenziato a più riprese come l’estrema specializzazione su un determinato aspetto, in questo caso la robotica della mano, sia stata la carta vincente per permettere ad una piccola realtà come Siena di poter competere con realtà ben più strutturate quali ad esempio l’MIT (Massachusetts Institute of Technology, Stati Uniti).

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

20160727_234928
(da sinistra: il segretario Bellucci, il relatore Pratticchizzo ed il presidente Pallassini)

Edoardo Giomi – webmaster

Amici,
facebook_1466442955262
vi invito alla lettura dei messaggi integrali del mese di Agosto 2016 di:

John F. Germ – Presidente Internazionale – A.R. 2016/17 (fonte: rotary.org)

Alessandro Vignani – Governatore Distretto 2071 – A.R. 2016/17 (fonte: rotary2071.org)

Per visualizzare, premere sui nominativi.

Alessandro Pallassini – presidente

Dopo il recente Caminetto alle Terme (ospiti del socio Luca Vigni presso il lussuoso Resort Terme San Giovanni a Rapolano Terme – SI), il presidente Alessandro Pallassini ha voluto illustrare in dettaglio, in occasione di un caminetto appositamente dedicato, gli obiettivi ed i programmi che caratterizzeranno il Rotary Club Montaperti – Castelnuovo Berardenga per l’a.r. 2016-17.
20160719_215524
Il presidente ed i suoi collaboratori hanno presentato un ciclo di iniziative volte alla valorizzazione delle eccellenze locali; sono stati introdotti ai soci alcuni cicli di seminari dedicati alle tematiche dell’etica e della legalità ed altri volti alla diffusione della cultura e dell’educazione.
A conclusione, Pallassini ha rimarcato la particolare attenzione che sarà rivolta verso le nuove generazioni, spronando tutti i soci ad operare all’unisono per consentire al Club di raggiungere obiettivi estremamente ambiziosi.

Cornice dell’incontro il Castello di Leonina Relais, sede abituale del Club (immagine sottostante).

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

20160719_204341

Edoardo Giomi – webmaster

next posts >>