Caminetto 14/07/2015 – Equitalia: nuove procedure

In occasione del caminetto del 14 Luglio 2015, il socio Gian Luca Testa relaziona sulle nuove procedure di Equitalia…

Prima delle modifiche introdotte nel 2005, le attività di riscossione per conto dello Stato erano delegate in concessione a circa 40 enti tra istituti bancari e privati che, nell’area geografica di competenza, esercitavano ognuno in modo diverso la propria funzione.
testa
Questa situazione disomogenea ha prodotto scarsi risultati, sia all’interno delle singole regioni sia a livello nazionale, che si sono protratti nel tempo.
Dal 1° Ottobre 2006 il sistema di riscossione nazionale è passato sotto il controllo pubblico. Il legislatore ha attribuito le attività di riscossione all’Agenzia delle Entrate che le esercita tramite Equitalia.

La mission di Equitalia è quella di contribuire a realizzare una maggiore equità fiscale.
Per concretizzare l’obiettivo, il Gruppo Equitalia ha voluto dare impulso all’efficacia della riscossione attraverso la riduzione dei costi a carico dello Stato ed il miglioramento del rapporto con il cittadino.

La cartella di pagamento è il documento che Equitalia invia ai cittadini su incarico dell’ente creditore.
Nella cartella è indicato l’importo totale da saldare e gli enti che ne hanno fatto richiesta.
Inoltre è riportato il dettaglio dei singoli tributi non pagati, gli interessi, le sanzioni, l’aggio e le altre spese.

In caso il debitore sia impossbilitato a pagare la cartella in un’unica soluzione, può richiedere la rateizzazione del debito fino ad un massimo di 10 anni.
Nel caso in cui il soggetto interessato ritenga che la richiesta di pagamento non sia dovuta, può richiedere a Equitalia di sospendere le procedure di riscossione per far verificare all’ente creditore la situazione.

Gian Luca Testa

Referenze:
Il Dott. Avv. Gian Luca Testa è attualmente funzionario del Servizio Enti di Siena per EquitaliaCentro S.p.A.

Link utili (premere per aprire):
Equitalia (sito web)
Equitalia (la mission e le procedure)