I compiti dell’Istruttore di Club

Dalle diverse pubblicazioni rotariane sull’argomento vengono tratte le seguenti citazioni:
– Il Presidente promuove l’istruzione dei soci esistenti, nuovi e potenziali. In particolare si attiva per avere soci attivi e impegnati che rendano il Club un posto piacevole per tutti.
– Il Presidente trae beneficio dalla formazione regolare che l’Istruttore fornisce ai soci.
– L’istruttore di Club collabora con il Consiglio Direttivo per creare programmi che aiutino a rafforzare il Club.
– L’istruttore (di conseguenza) dovrà attivarsi perchè gli incontri di Club siano dinamici e invitanti, diano ai soci la possibilità di usare le proprie conoscenze e capacità, vengano organizzati eventi aperti alle famiglie. Sollecita i soci a fare nuove amicizie, ascoltare racconti entusiasmanti e discutere di importanti questioni per il Club e per il Rotary International.
– L’Istruttore del Club dovrà sollecitare l’assegnazione ai soci di compiti interessanti e impegnativi per sviluppare le loro competenze e prepararli ad assumere futuri incarichi in seno al Club.
– L’istruttore di Club svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo dei leader, facendo affidamento sulla sua esperienza e doti per aiutare i soci ad eccellere.
– L’Istruttore del Club contribuisce con la sua opera alla formazione dei futuri dirigenti del suo club aiutandoli a conoscere le incombenze sui loro nuovi ruoli, rafforzare le loro doti di leadership, sollecitarli a svolgere attività miranti ad attrarre nuovi soci e a coinvolgere i soci esistenti.

photo

Appare evidente come il ruolo dell’Istruttore del Club sia impegnativo e comporti una visione attenta a diversi aspetti della vita del Club.
La principale caratteristica che si richiede all’Istruttore è l’esperienza rotariana: quella attenta alla conoscenza della struttura organizzativa ed al rispetto delle sue regole, quella che favorisce tra i suoi iscritti il particolare vincolo di amicizia, quella che coinvolge i Club in qualificanti progetti umanitari sia a livello locale che internazionale.

Io spero che per me sia sufficiente mettere a disposizione i miei tanti anni di appartenenza rotariana e la mia doppia esperienza da presidente, per svolgere questo ruolo che diventa particolarmente delicato per un Club che, come il nostro, sta muovendo i suoi primi passi.
Naturalmente la mia azione, nei confronti di tutti i punti appena citati, sarà allineata con gli indirizzi del Presidente e del Consiglio Direttivo e non potrà prescindere da un coinvolto legame con l’Assemblea degli iscritti.
In particolare nella presente annata vorrei instaurare un colloquio con tutti gli amici soci stimolandoli attraverso alcune riflessioni di etica rotariana pubblicate sul nostro sito web, eventualmente da dibattere durante qualcuno dei nostri incontri a caminetto ed anche far diventare questi ultimi un piacevole momento culturale e di amicizia.
L’impegno è difficile, mi aspetto un caloroso incoraggiamento ed augurio da parte di tutti!

Vincenzo Santoro – istruttore