Caminetto – Il sesto dito robotico

L’ultimo atto prima della pausa estiva ha visto il prof. ing. Domenico Prattichizzo, ordinario di ingegneria robotica presso l’Università di Siena, salire in cattedra in occasione di un caminetto relazionando sugli ultimi sviluppi relativi ai dispositivi robotici di ausilio ai disabili.
domenico2
Prattichizzo, calatosi immediatamente nel clima di amicizia che caratterizza il nostro Club, ha inizialmente presentato i membri del proprio team di ricerca e successivamente tutte le innovazioni presentate dal gruppo nelle più prestigiose conferenze e riviste di caratura internazionale; in particolare il professore si è soffermato sulle tecniche di riabilitazione e compensazione funzionale dell’arto superiore per pazienti colpiti da ictus.
L’idea sviluppata, in attesa di brevetto, consiste in un ausilio robotico indossabile, il sesto dito, che serve per lavorare assieme alla mano paretica nell’intento di recuperare la funzionalità di presa e di manipolazione.
Il professore ha evidenziato a più riprese come l’estrema specializzazione su un determinato aspetto, in questo caso la robotica della mano, sia stata la carta vincente per permettere ad una piccola realtà come Siena di poter competere con realtà ben più strutturate quali ad esempio l’MIT (Massachusetts Institute of Technology, Stati Uniti).

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

20160727_234928
(da sinistra: il segretario Bellucci, il relatore Pratticchizzo ed il presidente Pallassini)

Edoardo Giomi – webmaster