Giovedì 6 giugno 2024 – ore 20:00

Conviviale – Ambasciatore Dott. Stefano Pontecorvo

L’evento è aperto a Soci, familiari e amici.

Ristorante Pier Pettinaio – Vicolo Beato Pier Pettinaio, 7 – Siena SI

 

Martedì 11 giugno 2024 – ore 20:00

Conviviale – Cerimonia di passaggio della Campana

L’evento è aperto a Soci, familiari e amici.

Castello di Leonina Relais – Strada di Leonina, 5 – Asciano SI

 

Il Segretario

Vittorio Innocenti

Granaio di Montaperti, 24 maggio 2024

Venerdì 24 maggio si è svolta la consueta Festa di Primavera del nostro Club nonostante il meteo infausto che ha cercato di rovinare i nostri piani.

Quest’anno la raccolta fondi era dedicata alla DSA, service storico del nostro Club, con la Direttrice dell’Associazione Serenamente che ha illustrato i risultati riportati in questa annata scolastica, dove siamo riusciti ad aiutare più di 50 ragazzi.

Grande partecipazione di ospiti con oltre 200 presenze che hanno impreziosito il nostro sforzo.
Durante la serata si è svolta la consueta lotteria con numerosi premi.
Le danze sono arrivate fino a notte tarda grazie ai Karmadelic che hanno presentato un ampio repertorio musicale.

Un plauso al Consiglio Direttivo che ha scelto una location, magari un po’ inflazionata, ma double face che ha permesso un normale svolgimento del nostro evento, ma un plauso ancor più grande alla commissione della festa che ha reagito prontamente risolvendo tutte le problematiche organizzative.

Pinacoteca di Siena, 14 maggio 2024

Il 14 maggio per i soli soci del nostro Rotary è stata presentata in anteprima la ricostruzione della pala dell’Osservanza, service della nostra annata, presso la Pinacoteca. Il Direttore Axel Hemery dopo una breve introduzione ci ha portato nella sala dedicata a questa opera e ci ha svelato il risultato del nostro sforzo.

Il Club Rotary Montaperti ha partecipato e finanziato insieme all’Associazione degli amici della Pinacoteca nazionale di Siena, la ditta Pianigiani Rottami, i frati messicani dell’Osservanza, la Diocesi e l’Opera metropolitana una delle operazioni culturali più importanti degli ultimi 20 anni a Siena.

La storia comincia alla fine del ‘700. Una pala conservata alla chiesa di san Maurizio viene smembrata a seguito della soppressione del convento. Due frammenti approdano all’istituto di Belle Arti di Siena nel 1812, una Madonna con Bambino e santi, una predella con tre scene. Negli anni 1820, la Madonna col Bambino e santi è portata alla basilica dell’Osservanza in compenso delle requisizioni napoleoniche.

Il Prof. Bagnoli e la Dott.ssa Capresi avevano il progetto di ricostituire la Pala da tempo. L’autonomia della Pinacoteca nazionale di Siena, acquisita nel 2021, ha permesso di semplificare il processo. Un’opera di ottimo livello, l’Incoronazione della Vergine di Sano di Pietro è stata depositata dalla Pinacoteca alla basilica dell’Osservanza. I frati messicani hanno approfittato del movimento per procedere all’imbiancatura di tutta la basilica. I due frammenti sono stati ricomposti in una cornice dotata di pilastrini secondo i modelli antichi conservati. In virtù di accordi stabiliti tra la Pinacoteca e l’Opera del Duomo, Stefano Butti, il falegname dell’OPA, aiutato da suo figlio Daniele, ha realizzato un lavoro di altissima qualità.

La Pinacoteca nazionale di Siena che è l’unico museo che raccoglie tutta la pittura senese dal ‘200 al ‘600 può oramai presentare uno dei capolavori assoluti della pittura del ‘400 a Siena. Datato 1436 e commissionato dal pizzicagnolo Manno di Orlando, il polittico è un caposaldo della produzione del cosiddetto Maestro dell’Osservanza. Questo pittore è al centro di un dibattito attributivo molto acceso tra gli studiosi. Mentre è stato prodotto un documento che cita Sano di Pietro come firmatario del contratto per la Natività della Vergine di Asciano, opera sempre attribuita al Maestro dell’Osservanza, alcuni studiosi di primo piano rifiutano questa proposta e mantengono l’esistenza di un Maestro dell’Osservanza. Secondo loro, Sano di Pietro sarebbe un pittore-imprenditore che si sarebbe avvalso di un socio più dotato di lui che sarebbe scomparso prematuramente, il Maestro dell’Osservanza per l’appunto.

Al di là di questo dibattito che la presenza dell’opera ricostituita in Pinacoteca consentirà di approfondire, la Pala dell’Osservanza diventerà per i visitatori un punto di riferimento per il primo ‘400 come il Polittico dell’Arte della Lana del Sassetta o la Madonna dell’Umiltà di Giovanni di Paolo. A sottolineare l’importanza dell’opera la visita di due studiosi americani che hanno chiesto di poter osservare da molto vicino l’opera, utilizzando anche scalei, restando a dir poco stupefatti, come è stato riportato anche nei quotidiani cittadini.

La serata è proseguita con una conviviale durante la quale Il Dott. Hemery e la Dott.ssa Capresi hanno illustrato i risultati ottenuti quest’anno dalla Pinacoteca e gli obiettivi a breve e lungo termine, confidando nel proseguio di una collaborazione con il nostro Club.
A completare questa splendida serata abbiamo effettuato la presentazione al Club del nostro nuovo socio Ettore Casini Cipriani che si trasferisce dal RC Volterra.

 

Castello di Leonina, martedì 7 maggio 2024

“Stelle fisse ed astri erranti: dal passato al futuro, davanti agli occhi e alla base della ricerca scientifica”

Relatore Prof. Vincenzo Millucci

Il cielo stellato ha sempre esercitato una grande attrazione per chi si concede qualche momento di riposo dalle quotidiane vicissitudini e, forse proprio per questo, fin dall’antichità sono state proiettate in alto preoccupazioni e speranze di generosi aiuti.

Ma le stelle … stanno a guardare … e a noi resta, comunque, l’emozione di uno spettacolo che ci fa sentire piccoli ma curiosi.

Ecco il tema dell’incontro: un invito a guardare il cielo, per prendere confidenza con le tante luci che lo popolano e poterle, nel tempo, anche riconoscere. Sarà questa capacità che permetterà, poi, di iniziare il virtuoso percorso della Scienza: accorgersi dei cambiamenti che si manifestano sulla volta celeste ed iniziare la ricerca delle spiegazioni fino alla ragionevole proposizione di teorie sull’origine e sull’evoluzione dell’Universo.

Fu così, ad esempio, che agli albori della civiltà umana si riconobbe il comportamento originale di alcune luci, soltanto sette; erano astri erranti, cioè, potevano periodicamente modificare la loro distanza da tutte le altre che, invece, rimanevano fisse tra sé, formando figure vagamente riconducibili a persone, animali, cose, le costellazioni.

Questi i nomi che ancora oggi le individuano: Luna, Marte, Mercurio, Giove, Venere, Saturno, Sole … Si, è così che nacque l’abitudine di scandire i tempi di lavoro e di preghiera delle comunità, la settimana!

Ora abbiamo imparato a distinguere tra stelle, pianeti e satelliti, e sappiamo calcolare con esattezza i loro movimenti e abbiamo, quindi, il potere di prevedere il futuro … e non solo in questo campo, con la enorme responsabilità che questo comporta sia per il singolo individuo che per i reggenti delle comunità…

Ma tutto è partito dal fascino di una notte stellata e l’incontro di Leonina ha voluto fornire anche degli strumenti adatti a coltivare la familiarità che fa nascere la curiosità: mappe stellari ed informazioni sui moderni programmi per computer che riproducono il cielo di una località in ogni data ed ora che si desideri.

È intervenuto anche Claudio Vallerani, esperto di fotografia astronomica e collaboratore dell’Osservatorio universitario senese, che ha presentato immagini di galassie, nebulose e pianeti, rese possibili dall’uso delle moderne e molto diffuse tecnologie digitali.

L’incontro ha dunque voluto proporre differenti attività legate all’osservazione degli astri e non poteva concludersi che con al disponibilità dei relatori per eventuali, futuri, contatti.

 

Martedì 7 maggio 2024 – ore 20:00

Caminetto – Stelle fisse ed astri erranti

L’evento è aperto a Soci, familiari e amici.

Castello di Leonina Relais – Strada di Leonina, 5 – Asciano SI

 

Martedì 14 maggio 2024 – ore 18:00

Conviviale – Visita alla Pinacoteca Nazionale di Siena

L’evento è aperto a Soci, familiari e amici.

Pinacoteca Nazionale di Siena – Via S. Pietro, 29 – Siena SI

 

Il Segretario

Vittorio Innocenti