Dall’addetto stampa

COMUNICATO STAMPA

Il Rotary dona all’Associazione Autismo Siena Piccolo Principe

gli strumenti musicali per l’allestimento di un’Aula della Musica

Nel corso degli anni, molti studi hanno sondato gli effetti positivi degli interventi musicali su bambini e bambine con autismo, riportando miglioramenti su impegno emotivo, interazione sociale e comunicazione.

L’esperienza musicale, agendo su specifiche aree cerebrali, ha la potenzialità di coinvolgere e di indurre emozioni positive e può contribuire alla riduzione della frequenza di comportamenti negativi.

Il Rotary, da sempre attento a queste delicate tematiche, ha voluto donare all’Associazione Piccolo Principe, gli strumenti musicali per l’allestimento di un’Aula della Musica in cui la Musicoterapia possa essere utilizzata nel trattamento di persone con Disturbo dello Spettro Autistico, andando a migliorare la regolazione delle emozioni ed aumentando la comunicazione, attraverso l’attivazione delle capacità di imitazione, attenzione condivisa e l’apprendimento di nuovi modi di interagire.

Il Presidente de Il Piccolo Principe Alberto Negri ha voluto ringraziare i Presidenti dei tre Rotary Club del territorio Mauro Picchi (RC Siena), Lorenzo Gaeta (RC Siena Est) e Francesco La Commare (RC Montaperti) per aver reso possibile questo progetto interclub che permetterà la realizzazione di interventi terapeutici individuali ed in piccoli gruppi.

Durante la serata di inaugurazione si sono susseguiti momenti emozionanti con uno spettacolo curato dai Topi Dalmata con protagonisti i ragazzi dell’associazione ed infine la visita del laboratorio di pittura.

Ufficio Stampa

Rotary Club Montaperti

Castello di Leonina Relais | Strada di Leonina, 5 | 53041 Asciano SI

www.rotarymontaperti.it | facebook.com/rotarymontaperti | instagram.com/rotary.club.montaperti

segreteria@rotarymontaperti.it

Presidente Commissione Immagine Pubblica

Vittorio Innocenti +39 335 7285666

COMUNICATO STAMPA

Elezioni del consiglio direttivo a.r. 2022-2023 e del presidente designato a guidare il Rotary Club Montaperti nell’a.r. 2023-2024.

Nel cuore delle crete senesi, nella splendida cornice del Castello di Leonina – fortezza del XIII secolo in passato luogo di residenza della famiglia Chigi e dimora di campagna di Papa Alessandro VII – martedì 25 novembre si sono svolte le elezioni del consiglio direttivo a.r. 2022-2023 e del presidente designato a guidare il Club nell’a.r. 2023-2024.

Nel segno del Rotary, la cui ruota dentata gira ogni anno, sono stati eletti nel consiglio direttivo dell’a.r. 2022-2023, che sarà presieduto da Gaia Tancredi, i seguenti soci: Micaela Papi vicepresidente, Vittorio Innocenti segretario, Giancarlo Monari tesoriere, Laura Gambera prefetto e Luigi Alessi, Gianni Baldini, Francesca Cesareo, Gioia Cresti e Marco Tansini consiglieri.

Presidente designato a guidare il Club nell’a.r. 2023-2024 è stato eletto Stefano Mancini: “Sono molto onorato di poter rappresentare il Club Montaperti di cui mio padre, Sergio Mancini, è stato uno dei soci fondatori”.

 

Didascalia foto: da sinistra Francesco La Commare, presidente del club a.r. 2021-2022, Gaia Tancredi presidente incoming a.r. 2022-2023 e Stefano Mancini, presidente eletto a.r. 2023-2024.

 

 

Ufficio Stampa

Rotary Club Montaperti

Castello di Leonina Relais | Strada di Leonina, 5 | 53041 Asciano SI

www.rotarymontaperti.it | facebook.com/rotarymontaperti

segreteria@rotarymontaperti.it

COMUNICATO STAMPA

Sabato 13 novembre ore 10.30 – Piantumazione del giardino boschivo del Parco Anna Frank di Siena a cura dei Rotary Club Valdelsa, Alta Valdelsa e Montaperti

Da anni la Provincia di Siena è impegnata sul tema della sostenibilità ambientale con il progetto “Siena Carbon Free 2015”, attivato nei primi anni 2000 e con il quale si poneva l’ambizioso obiettivo di diventare entro il 2015 la prima area vasta d’Europa “carbon free” ovvero con la totale compensazione tra le emissioni di CO2 causate dalle attività antropiche e gli assorbimenti naturali delle zone boschive e della vegetazione perenne del territorio provinciale. Nel 2011, con il 102% della capacità di assorbimento, la Provincia di Siena è diventata la prima area vasta in Europa a emissione zero di Co2, con largo anticipo rispetto alla scadenza prefissata.

Sabato 13 novembre, alle ore 10:30, i Rotary Club Valdelsa, Alta Valdelsa e Montaperti – con il contributo della Rotary Fondation che ha recentemente inserito il Sostegno Ambientale tra le aree d’intervento del Rotary International ispirando tutti i Club coinvolti nel progetto a certificarsi Carbon Neutral – realizzeranno un giardino boschivo all’interno del Parco Anna Frank in Via Fausto Coppi a Siena piantumando alberi, arbusti, cespugli e piante erbacee autoctone.

All’iniziativa Interclub dei tre Club Rotary ha aderito anche l’Asl Toscana Sud Est che, grazie al presidente del Rotary Club Alta Valdelsa Emilio Battisti, sarà presente con il camper vaccinale presso il Parco Anna Frank dalle 9 alle 13 e dove i cittadini potranno presentarsi, senza prenotazione, per richiedere la vaccinazione anti Covid-19.

Nel cuore delle crete senesi, nella splendida cornice del Castello di Leonina – fortezza del XIII secolo in passato luogo di residenza della famiglia Chigi e dimora di campagna di Papa Alessandro VII – lunedì 28 giugno si è svolta la Cerimonia del passaggio del collare del RC Montaperti. Alla serata erano presenti numerosi soci, amici ed autorità rotariane che, con la loro partecipazione, hanno voluto testimoniare il ringraziamento alla Presidente uscente Gioia Cresti e gli auguri per la nuova annata rotariana al Presidente entrante Francesco La Commare.

Nel segno del Rotary, la cui ruota dentata ha terminato un giro e si appresta ad iniziarne uno nuovo, Gioia Cresti ha ripercorso le attività ed i numerosi Services svolti dal Club durante l’annata rotariana 2020-2021 ed ha consegnato il Paul Harris Fellow – la massima onorificenza rotariana – ai Past President 2018-2019 Micaela Papi e 2019-2020 Gianni Baldini. Si è quindi proceduto, secondo tradizione, al saluto dell’Assistente del Governatore Pietro Burroni che ha ricordato l’annata trascorsa ed il lavoro svolto dai Club del Raggruppamento Toscana 2.

Come consueto, il Presidente entrante Francesco La Commare ha fatto poi dono alla Presidente Gioia Cresti della campana e del martelletto, i noti simboli rotariani, e al doppio rintocco della campana la serata si è conclusa.

Il Consiglio Direttivo che affiancherà il Presidente Francesco La Commare è composto dal Past President Gioia Cresti, dal Presidente Eletto Gaia Tancredi, dal Vice Presidente Stefano Naldini, dal Segretario Elisabetta Carli, dal Tesoriere Donatello Giallombardo, dal Prefetto Laura Gambera e dai Consiglieri Luigi Alessi, Gianni Baldini, Fabio Batignani, Vittorio Innocenti e Micaela Papi.

“I tiranni della mente. Come riconoscere un manipolatore affettivo e liberarsene”. Questo il titolo della conferenza, organizzata dal Rotary Club Montaperti, che ha visto protagonista la famosa criminologa investigativa e psicologa forense Roberta Bruzzone, vicepresidente de La Caramella Buona, che ha incontrato i cittadini senesi, venerdì 18 giugno, nel Bastione San Domenico, della Fortezza Medicea. La dottoressa Bruzzone ha inquadrato la figura del manipolatore affettivo fra coloro che accedono alla sfera personale di ognuno di noi, familiare e lavorativa, e ne ha tracciato il profilo psicologico e caratteriale.
“Vi viene in mente qualcuno? Probabilmente sì, perché siamo circondati da manipolatori, ma spesso non sappiamo o non vogliamo vederli”, ha affermato Roberta Bruzzone, riferendosi ai contenuti del suo ultimo libro che si intitola “Io non ci sto più”, in cui identifica gli indicatori che devono metterci in allarme rispetto ai tiranni della mente. La criminologa ha offerto un ampio panorama di casi in cui queste figure agiscono ai danni di donne e ragazzi, intercettando le loro fragilità, al fine di manovrarli secondo le loro volontà, a volte fino alle estreme conseguenze.
L’incontro è stato introdotto dalla presidente del Rotary Club Montaperti Gioia Cresti, dal presidente de La Caramella Buona Roberto Mirabile e dell’assessore alla sanità e ai servizi sociali del Comune di Siena Francesca Appolloni. L’evento ha costituito una tappa molto importante del cammino intrapreso dal Rotary Club Montaperti per contrastare le violenza sulle donne e sui bambini intrapreso ormai da anni.
La serata è proseguita al Castello di Leonina, sede del Club, dove si è svolta una Cena con delitto, durante la quale si è trattato un femminicidio realmente accaduto che è stato trattato dalla dottoressa Bruzzone nella sua carriera. Il Rotary Club Montaperti ha destinato il ricavato dell’evento all’adozione di una casa della Caramella Buona, la onlus che si occupa di tutelare bambini abusati e di accogliere donne vittime di violenza al fine strapparle ai loro manipolari affettivi.

Una grande festa, un grande cuore. Il Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga ha ideato e promosso venerdì scorso al Castello di Badia d’Ombrone la “Festa di Primavera”. La festa sarà annoverata fra gli eventi più significativi del 2018, perché grazie all’organizzazione impeccabile dei soci è stato possibile coinvolgere tanti senesi per una nobile finalità comune: sostenere l’attività di uno dei centri di eccellenza dell’Azienda ospedaliera universitaria senese, riconosciuto in Italia e nel mondo, per la più alta specializzazione nella cura dei tumori oculari dei bambini, in particolare del Retinoblastoma. Il service del Club ha portato al risultato sperato e immaginato dai soci, ovvero destinare un concreto aiuto finanziario alla struttura ospedaliera, dove operano validissimi professionisti che ogni giorno combattono al fianco di famiglie colpite dalla devastante esperienza del tumore. Il cuore grande del Rotary e dei suoi ospiti ha permesso di raccogliere una cifra importante che sarà impiegata per acquistare nuovi macchinari che saranno impiegati nella struttura. Il Centro di Oftalmologia-Oncologia
pediatrica diretto dalla professoressa Doris Hadjistilianou è un fiore all’occhiello della sanità senese, ma ha anche bisogno di molte risorse per poter mantenere standard di elevata qualità nel servizio e nell’accoglienza. La professoressa Hadjistilianou ha illustrato ai presenti i progressi compiuti dal centro e le capacità professionale di cui dispone. Ha raccontato le storie di tanti bambini che devono combattere con questa terribile malattia per la quale la ricerca è in continuo fermento. E’ intervenuto poi il prof Felice Menicacci che ha presentato una relazione sul tema molto apprezzata dagli ospiti a testimoniare il grande valore del centro è intervenuta, quale testimonial della serata, la cantante Gigliola Cinquetti che ha riferito la sua personale esperienza: il nipotino è stato colpito colpito da Retinoblastoma ed ha trovato le migliori possibilità di cura proprio nel centro della dottoressa Hadjistilianou, di cui ha elogiato la straordinaria accoglienza e l’umanità degli operatori.

La “Festa di Primavera” del Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga è stata anche la festa del divertimento e dell’entusiasmo. Gli ospiti hanno ballato fino a notte fondo, coinvolti dalla musica e dalla voce di Alberto Laurenti & i Rumba de Mar, dal djset di Mattia Mattei e dalle voci di Francesca Martini e Giulio Tansini che hanno accolto gli ospiti durante l’aperitivo. Anche il ricavato della lotteria del Club è stato devoluto al service. Splendidi i premi. Le opere di Renzo Regoli, Chimena Filippeschi e Casert e la crociera offerta dall’agenzia viaggi di Cinzia Bolognesi.

“La festa di primavera che conclude il mio anno rotariano può essere considerata davvero un grande evento per l’intero territorio, per numero di partecipanti, per l’entusiasmo, per l’impegno di tutti i soci e per le finalità che ci eravamo prefissate e che abbiamo raggiunto – commenta la presidente del Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga Micaela Papi – Riusciremo con il ricavato della serata ad aiutare il centro di Oftalmologia–oncologia pediatrica delle Scotte, per dare speranza a tanti bambini che vivono la terribile esperienza del tumore oculare. Ancora una volta il nostro Club dimostra di essere dinamico e generoso, impegnato a tutto campo sul fronte sociale, sempre in difesa dei più piccoli e dei più deboli”.

Gaia Tancredi – addetto stampa

Esplorare la mente umana è un’esperienza davvero molto affascinante e l’occasione offerta dal professor Paolo Benini durante l’ultimo caminetto del Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga, nella sede del castello di Leonina, ha permesso ai soci di concentrare, l’attenzione sulla prestazione umana. C’è molto da scoprire sulle capacità dell’uomo di raggiungerei propri obiettivi, quando mente e corpo sono in perfetta sintonia. Il professor Benini ha raccolto i suoi studi in materia nel libro “Performance. Motivazione, resilienza, autoefficacia” che racconta come questi elementi siano alla base della buona riuscita dei tanti propositi, più o meno ambiziosi, che l’essere umano si pone davanti e soprattutto come la conoscenza di se stessi e delle proprie volontà possa aumentare la prestazione negli atleti in qualsiasi disciplina sportiva e a qualsiasi livello agonistico. L’attenzione al mondo sportivo è legata al fatto che lo sport, meglio di ogni altro settore, rappresenta una metafora della vita, un mezzo per conoscere se stessi e migliorarsi, per sviluppare una consapevolezza di sé che può essere utile in ogni momento del proprio cammino professionale, e personale.
Paolo Benini è specialista in Neurologia e in Psicologia Clinica e docente di Psicologia Clinica. Insegna Psicologia dello Sport presso la Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport delle Università di Firenze e Siena. Svolge l’affascinante compito di mental coach, è di fatto il motivatore di tanti atleti, alcuni dei quali hanno intrapreso avventure estreme come la Parigi-Dakar. Attraverso motivazione, resilienza e autoefficacia è possibile superare ostacoli che apparentemente sembrano insormontabili, le risorse dell’uomo sono in gran parte sconosciute e riuscire a farle emergere è il compito del professor Benini e del suo nuovo libro di grande interesse per tutti.

Gaia Tancredi – addetto stampa

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

“Incanti di musica per l’arte” è stato un grandissimo successo. Il concerto si è svolto il 7 aprile scorso, nella chiesa di San Raimondo al Refugio, accolto dagli applausi e dall’entusiasmo del pubblico. Protagonista dell’evento, voluto dal Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga, è stato il coro Clara Harmonia, diretto dalla carismatica e coinvolgente maestra Tanja Kustrin. Note e melodie che si sono diffuse nella splendida chiesa di San Raimondo, conservata mirabilmente dalla Fondazione Conservatori Riuniti di Siena, presieduta da Marcello Rustici. “Il nostro Club ha promosso l’evento con una finalità molto significativa, per il patrimonio artistico e culturale del nostro territorio – ha affermato la presidente del Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga Micaela Papi – Il ricavato del concerto sarà destinato al recupero di un’importante opera d’arte di Neroccio di Bartolomeo, da poco tempo tornata alla luce, “La Madonna col Bambino”. Ringrazio sentitamente il presidente della Fondazione Conservatori Riuniti di Siena Marcello Rustici per averci concesso, per il secondo anno consecutivo, di beneficiare della meravigliosa cornice della chiesa di San Raimondo, ricca di opere ottimamente conservate, un luogo magico che ha donato al nostro evento atmosfere davvero suggestive”. L’associazione Clara Harmonia di Poggibonsi è impegnata nella sensibilizzazione, formazione e approfondimento della musica, passando attraverso la diffusione della cultura e la promozione di attività che favoriscano gli interscambi culturali e artistici tra popoli e paesi diversi. Il Coro polifonico, il Coro di voci bianche e il Coro giovanile sono le proposte didattiche che l’associazione offre a varie fasce d’età e negli anni sono risultate punte di diamante nel territorio valdelsano in ambito musicale. Il coro polifonico ha iniziato il suo cammino dieci anni fa. Nato dalla spontanea volontà di un primo nucleo di coristi come arricchimento della liturgia eucaristica nella Chiesa romanica di S. Andrea a Papaiano, dove il coro svolge le prove una volta a settimana, si è poi sviluppato negli anni, attualmente si compone di circa 30 coristi. Con le voci bianche e quelle giovanili, la professoressa Tanja Kuštrin, esperta e carismatica direttrice corale, ha voluto promuovere e valorizzare il canto di qualità tra i giovani. Sotto la sua raffinata guida tecnica e musicale, in pochi anni, i cori Clara Harmonia sono stati protagonisti di varie iniziative ed eventi raccogliendo grandi successi. Il concerto ha proposto un ricco programma, in cui sono emerse in primo piano le voci soliste di Alice Broggioni soprano e di Francesco Anichini tenore, al pianoforte Mattia Fusi, al violino Elisa Mori e al contrabbasso Furio Fuochi, due brani sono stati eseguiti magistralmente dal flauto di Luna Vigni, espressione di un grande talento di cui si vanta la città di Siena.

Gaia Tancredi – addetto stampa

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

Leggere è uno degli arricchimenti più preziosi che ogni essere umano può concedersi. E’ l’insegnamento, fra i tanti, che emerge con forza fra le pagine dell’ultimo libro del docente senese Francesco Ricci, “La bella giovinezza-Sillabari per millennials” (Primamedia editore) presentato con grande successo ai soci del Rotary Club Montaperti – Castelnuovo Berardenga, nella sede del Castello di Leonina. Francesco Ricci è docente di letteratura italiana e latina al liceo classico Piccolomini di Siena ed è autore di molti altri libri e saggi di critica letteraria, oltre ad essere un insegnante molto amato dai suoi studenti. L’empatia che riesce a creare con i ragazzi è rara, perché oltre a catturare la loro fantasia con le materie che ama e che insegna, il professor Ricci possiede quella innata capacità di comprendere la psicologia di ognuno e di fornire, in base alle capacità individuali, gli strumenti utili per trasformare lo studio in un fedele compagno nel percorso esistenziale. Proprio fra le pagine de “La bella giovinezza” si riscontra questo forte interscambio emozionale che si consuma fra i banchi di scuola e che diviene lezione di vita per gli studenti, ma anche per l’insegnante. Il professor Ricci esplora le mille sfaccettature adolescenziali, attraverso la scansione di un alfabeto che ordina alcuni degli elementi fondamentali della crescita interiore e della formazione dei giovani di oggi: dall’amicizia alla giustizia, dall’inquietudine alla noia, dalla sconfitta al sesso, dalla solitudine alla violenza. Ogni capitolo è uno scrigno di esperienze non solo scolastiche, lette e rilette alla luce delle deduzioni di grandi scrittori e pensatori del nostro tempo.

Gaia Tancredi – addetto stampa

Premere qui per visualizzare la fotogallery dell’evento.

Trasferire alle nuove generazioni il rispetto del prossimo, aiutare i giovani a combattere le discriminazioni e ogni forma di violenza e di sopruso, è un dovere della comunità. Il Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga ha fatto propria questa missione, promuovendo un service che ha coinvolto decine di studenti delle classi terze, quarte e quinte delle scuole superiori senesi, con il concorso dal titolo “Quando l’amore diventa imperfetto”, attraverso il quale i ragazzi hanno interpretato, guidati dal loro talento e dalla loro sensibilità, il tema delle differenze di genere e della violenza perpetrata, in forme diverse, ai danni dell’universo femminile. Le capacità espressive degli studenti sono state valutate da una giuria di qualità e valorizzate nell’ambito del seminario che si è svolto venerdì scorso, nell’aula magna del rettorato dell’Universita di Siena, che ha visto la presenza di autorevoli relatrici, donne che si occupano costantemente di casi di violenza che si consumano nel nostro territorio e non solo. L’ideatrice della rete Codice rosa Vittoria Doretti, Mangia d’oro 2017, ha illustrato ai ragazzi che affollavano l’aula magna, il valore della rete che è pronta a prendere in carico le donne maltrattate, dal momento dell’accesso al pronto soccorso fino al loro reinserimento in un contesto sociale protetto. La criminologa Anna Coluccia ha sviscerato gli aspetti psicologici di vittime e carnefici che rimangano imbrigliati in storie di degrado e torture, come tante ce ne sono anche nel nostro territorio. Anna Maria Rallo presidente di Donna chiama donna, centro antiviolenza senese, ha sottolineato che necessita’ che una struttura come questa sia molto spesso una ancora di salvezza per le donne che vivono nel terrore e nella desolazione, sopraffatte dalle angherie di uomini senza scrupoli.

La presidente del Rotary Club Montaperti Castelnuovo Berardenga Micaela Papi, nel fare gli onori di casa, ha sottolineato l’impegno del Club sui grandi temi sociali, affinché siano veicolati nel modo migliore verso bambini e ragazzi del territorio senese. I veri protagonisti della serata sono stati gli studenti che si sono espressi sul tema della violenza sulle donne in cinque sezioni, una dedicata ai video, una agli elaboratori grafici, una alla fotografia, una agli elaboratori scritti e l’ultima alle composizioni musicali. La giuria, presieduta da Micaela Papi, e composta da Riccardo Bruni, Maurizio Bianchini, Massimo Coviello, Claudio Fabi, Paolo Miccichè, Daniela Passetti Bucalossi e Gaia Tancredi ha assegnato il primo premio per i “video” alla realizzazione di Pietro Lorenzini del liceo artistico, al secondo posto Giada Raffaelli e Giada Angiolini del liceo artistico e al terzo Michele Caliani del liceo classico. Per la sezione “elaborati grafici” il primo premio e il terzo premio sono andati a Caterina Negrini e il secondo a Sofia Morabito del liceo artistico. Per la sezione “foto” molto apprezzata la realizzazione di Stella Moletta del liceo artistico, a cui è andato il primo premio, sul podio anche Claudia Castagna, Federica Macchi, Ambra Buti, Maria Letitia Rossi e Marco Lucchesi. Per gli “elaborati scritti” merito a Ginevra Betti del liceo linguistico autrice di uno splendido racconto, a Piero Ghersi e a Giacomo Guerrini del liceo tecnologico, che si sono aggiudicati gli altri premi. Per la musica vincitore assoluto Alessandro Dei per il liceo classico musicale Piccolomini, coadiuvato da Gabriele Cai, Ginevra Gambacciani, Aurora Buracchi, Cecilia Rimmaudo, Michele Caliani, Demetra Micheli, Gianni Franchi, Lisa Ammanniti, Filippo Neri. Il seminario e’ stato introdotto dalle performance dal vivo degli studenti del liceo artistico guidati dalla professoressa Alice Leonini e dal coro della maestra Tanja Kustrin ricco di giovani e straordinari talenti.

Gaia Tancredi – addetto stampa